MOSTRA: “Egizi Etruschi” (Centrale Montemartini, Roma)

Originally posted on DJED MEDU:
Source: centralemontemartini.org Lo scorso fine settimana, approfittando di un passaggio a Roma, ho visitato una mostra che m’incuriosiva da mesi. Presso la Centrale Montemartini, splendida sede appartenente al sistema dei Musei in Comune (ne avevo parlato qui), già dal 21 dicembre e fino al 30 giugno, sono messe a confronto…

A Castelfranco Emilia nel rinnovato museo Archeologico “Simonini” apre la mostra “Alle soglie della romanizzazione: storia e archeologia di Forum Gallorum”: viaggio in più di otto secoli di storia del territorio tra Mutina e Bononia lungo la via Emilia con reperti inediti

Originally posted on archeologiavocidalpassato:
Statuette fittili provenienti da Prato dei Monti in mostra a Castelfranco Emilia Il museo civico Archeologico “Anton Celeste Simonini” di Castelfranco Emilia Il manifesto della mostra “Alle soglie della romanizzazione: storia e archeologia di Forum Gallorum” Fra il II e il I secolo a.C. il fertile territorio agricolo di Castelfranco Emilia,…

ARCHEOLOGIA / Le fibule, dall’uso al simbolo: 400 capolavori in mostra a Leida (Olanda)

Originally posted on Storie & ArcheoStorie:
FOTO: ©Rijksmuseum van Oudheden OLANDA – Al Rijksmuseum van Oudheden (Museo statale delle Antichità) di Leida, in Olanda, è in corso una piccola, ma interessante mostra: si intitola “Fibulae” e illustra, attraverso 400 reperti, l’utilizzo delle fibule (spille) nell’abbigliamento del passato, dall’Età del Bronzo al Medioevo. ©Rijksmuseum van Oudheden Gli utilizzi delle fibule…

Lapis specularis, il “vetro dei poveri”, molto diffuso nel mondo romano: nel Bolognese le più importanti cave del mondo antico. E proprio Brisighella ospiterà in settembre il III convegno internazionale sul prezioso gesso, dal titolo “Il lapis specularis nei rinvenimenti archeologici”

Originally posted on archeologiavocidalpassato:
Archeologia sperimentale: una porta-finestra con “vetri” in lapis specularis Duro come il marmo, candido e trasparente come il vetro: così nel I sec. d.C. lo scrittore naturalista romano Plinio il Vecchio nella sua opera più famosa, la Naturalis Historia definiva il lapis specularis: in realtà si tratta di un gesso secondario,…

“L’Arte di Vivere al tempo di Roma”: ricreata al museo “Isidoro Falchi” di Vetulonia una domus pompeiana con cento preziosi reperti dal museo Archeologico di Napoli e una star assoluta: l’Efebo di via dell’Abbondanza, la più bella statua mai trovata a Pompei

Originally posted on archeologiavocidalpassato:
L’Efebo di via dell’Abbondanza nel suggestivo allestimento della mostra “L’Arte di Vivere al tempo di Roma” al museo civico Archeologico “Isidoro Falchi” di Vetulonia (foto Graziano Tavan) Simona Rafanelli, direttore del museo Archeologico di Vetulonia Un cancelletto di legno. Apparentemente insignificante. Eppure è un’autentica “porta del tempo”: di qui noi, di…

Sei eccezionali pezzi dal Louvre e dall’Ermitage giunti ad arricchire e completare al museo Archeologico nazionale di Napoli la mostra “Amori divini”, percorso nel mito greco e nella sua fortuna con due ingredienti narrativi comuni: seduzione e trasformazione. L’allestimento nell’ala del Mann pavimentata nell’800 con opus sectile da ville dell’area vesuviana

Originally posted on archeologiavocidalpassato:
Specchio in argento con il mito con Leda e il cigno, parte del “Tesoro di Boscoreale” scoperto nel 1895, oggi conservato a Parigi (foto Musee du Louvre) Anna Anguissola, una delle curatrici della mostra “Amori divini” Lo specchio con Leda e il cigno (fine I a.C. – inizio I d.C.) viene…

Il gruppo di Mitra che uccide il toro, scoperto nel mitreo di Vulci, per la prima volta è esposto in Toscana nella mostra “I misteri di Mitra” alla fortezza Orsini di Sorano

Originally posted on archeologiavocidalpassato:
Il mitreo scoperto a Vulci nel 1975 dominato dal gruppo scultoreo di Mitra che uccide il toro Il manifesto della mostra “I misteri di Mitra” a Sorano Scoperto nel 1975 nel corso di scavi condotti dalla soprintendenza Archeologica dell’Etruria Meridionale, il mitreo di Vulci rappresenta uno dei più interessanti ritrovamenti relativi…

Quasi 15mila visitatori per la mostra “Prima dell’alfabeto. Viaggio in Mesopotamia alle origini della scrittura” a Palazzo Loredan di Venezia della fondazione Giacarlo Ligabue. Inti: “Grande successo. Nel 2018 a Venezia mostra sulla scoperta delle Americhe e dei suoi popoli”

Originally posted on archeologiavocidalpassato:
Tavoletta in argilla con pittogrammi proveniente dalla Mesopotamia meridionale (collezione Ligabue) Se qualcuno pensa che una mostra archeologica con oggetti di non facile comprensione come possono essere le tavolette cuneiformi mesopotamiche non riesca a coinvolgere il grande pubblico, a parlare e a emozionare anche i non esperti si dovrà ricredere. Parlano…

Il pane come manufatto archeologico

Originally posted on archeoricette:
Anche se il pane non è mai stato considerato alla stregua di altri manufatti, nonostante ne siano stati ritrovati innumerevoli esemplari nei siti indagati archeologicamente, esiste qualche sporadica informazione e annotazione della presenza di tale alimento sin dagli albori della ricerca archeologica sistematica. Alcuni archeologi europei come Keller (1866 ritrovamenti in…